lunedì 5 marzo 2018

La Chioma di Berenice e le interviste al contrario


“Gli esseri di luce spesso passano inosservati ai molti, ma non a chi condivide le stesse vibrazioni”, da Il tocco dell’anima, di Emanuele Ascone. E la luce di Emanuele Ascone, Acquario ascendente Vergine, poeta romano, classe 1976, brilla ora davanti a Berenice. Eccoci infatti di nuovo al nostro appuntamento tra le stelle, con le Interviste Impossibili di Berenice. Ascone, che nella vita è un poliziotto, è ispirato dalla Musa della poesia, Euterpe. Secondo classificato ex aequo con Rita Stanzione, al concorso letterario La pelle non dimentica, svoltosi a Santa Maria Nuova di Jesi lo scorso febbraio, indetto dalla marchigiana Casa Editrice Le Mezzelane, Emanuele Ascone è autore anche di una fenomenale raccolta di aforismi, dal titolo 
"Il tocco dell’anima – 365 giorni", ed. Le Mezzelane. Versi incisivi, i suoi, parole che scuotono, accarezzano, riscaldano l’anima e sempre lasciano un segno profondo, spingono a riflettere sui chiaroscuri della vita e a trovare il giusto approccio nei momenti critici. Dal concorso La pelle non dimentica, è nata l’omonima antologia, che andrà a finanziare il centro antiviolenza Artemisia, associazione fiorentina di sostegno psicologico e legale per donne in difficoltà. Cinque sono le poesie di Emanuele Ascone contenute nell’antologia, delicate e graffianti al tempo stesso, come del resto risultano gli aforismi de Il tocco dell’anima. Berenice ha esaminato il piano astrale di questo poeta, che oggi vi presenta, rispondendo alle sue domande. 

Emanuele: in un piano fisico, animico e spirituale, quale importanza dai, Berenice, alla scrittura?

Berenice: sono diversi i segni che le stelle hanno lasciato, come piccoli cristalli brillanti, nella tua carta astrologica di nascita. Si fanno scoprire, ci parlano di te e dell’importanza che la scrittura ha per te. Ecco, il primo cristallo è la tua Luna. Essa rappresenta l’anima. La tua anima. La tua Luna di nascita è stata collocata nel severo segno del Capricorno, governato da Saturno. Ci parla del Tempo, del karma, del destino, di memorie molto antiche che rivivono in te. Esprime saggezza, ma anche rigore. La Luna è l’arma dei poeti. La scrittura si esprime in te attraverso la sensibilità, davvero grande, che la Luna ti ha regalato, stemperando la durezza del severo Capricorno. La poesia, dolce e amara, della Luna e l’aforisma, asciutto e tagliente come solo il Capricorno può essere, si fondono e diventano la tua via privilegiata d’espressione. Senza alcun dubbio hai trovato la tua strada creativa. Mi conferma in questa analisi anche il vivace Mercurio, il pianeta di chi usa la parola scritta e orale per mestiere: scrittori, giornalisti e attori. Anche se tu non sei uno scrittore di professione, comunque hai un bel Mercurio a sostenerti.

Emanuele: in un gioco tra realtà e finzione, quanta illusione si trasforma in logica quotidianità?

Berenice: il tuo ascendente in Vergine, solido segno zodiacale associato all’elemento terra, ti tiene ancorato alla realtà e pone un argine concreto alle illusioni proiettate dal tuo Nettuno, che troviamo in Sagittario. È un Nettuno ambivalente: da una parte illude, dall’altra cerca la verità, come è tipico del Sagittario.

Emanuele: in una logica realtà c’è un irrazionale motivo che spinge a guardare oltre. Qual è il motivo che ci fa essere un dono?

Berenice: ti rispondo con un’altra domanda. Qual è il motivo per cui il sole ci scalda e il mare ci accarezza con le sue onde? Tu sei un dono perché è il tuo destino. Lo esprimi attraverso la poesia. La tua quinta casa, quella della creatività, trabocca di doni. E’ una casa, un settore specifico dello zodiaco, che nel tuo tema natale occupa il segno del Capricorno. Ci sono ben tre pianeti, dentro questa casa: la Luna, Mercurio e Venere. Tutto indica che il dono che hai è quello della scrittura e che i generi verso i quali sei predisposto sono quelli che esplorano l’animo umano. Potresti scrivere anche romanzi d’amore. Il tuo lato femminile è molto esaltato in questa casa, e hai la capacità di aprire le porte del Tempo. 

Emanuele: in un piano astrale fatto di simboli e viaggi vibrazionali, in quale punto dell’universo poni la mia anima?
Berenice: la tua anima di scrittore si muove in più piani dimensionali e indaga le profondità oscure dell’inconscio, rappresentato dal tuo Nodo lunare Nord in Scorpione. Come un alchimista sei chiamato a trasmutare il piombo in oro, e lì, nelle sabbie mobili scorpioniche devi portare la tua luce, sostenuto dal pianeta Urano, il governatore del tuo segno di nascita. Come Acquario hai il compito aiutare l’Umanità a fare un balzo evolutivo. Lo puoi fare attraverso la scrittura. Ora sai perché sei un dono.


Emanuele Ascone è nato nel 1976 a Roma, dove vite tuttora. Ha iniziato a scrivere negli anni dell’adolescenza, dando forma ai suoi tanti perché. Dopo la maturità tecnica di perito industriale, a 21 anni si arruola nella Polizia di Stato, dove ancora oggi presta servizio.  Oltre alla scrittura ama la cucina, altro campo in cui esprime il suo creativo. Ha pubblicato Il Tocco dell’anima – 365 giorni di luce, per la Collana Scritter, edito dalla casa editrice Le Mezzelane. Alcune sue poesie sono contenute anche nell’antologia La pelle non dimentica, stessa casa editrice. 

Nessun commento:

Posta un commento

I Post più letti

La segnalazione del giorno: Il respiro dei ricordi di Linda Bertasi

Linda Bertasi  Il Respiro dei ricordi Buonasera e buon mercoledì. Oggi siamo davvero molto felici di presentarvi il nuovo romanz...