Le recensioni di Lorena

Emily Pigozzi
Un piccolo infinito addio




www.amazon.it
€ 0,99

Sinossi:

E se l’uomo che credevi di odiare fosse l’unico in grado di scaldarti il cuore?
Lara Corsini è un medico: ha poco più di trent’anni, ma vive un’esistenza solitaria e costellata di ricordi. L’unico sentimento vero che prova è l’odio per Cesare Marano, ex ragazzo scapestrato e primo amore di sua sorella, la dolce e bellissima Susanna, ma anche il colpevole della sua morte prematura. 
Da allora sono trascorsi vent’anni. Dopo il carcere, di Cesare si sono perse le tracce.
Il suo improvviso ritorno in città risveglierà sentimenti mai sopiti, ma Lara dovrà fare i conti con una eventualità imprevista: Cesare è un uomo ferito, completamente diverso, e la ragazza sente crescere verso di lui un’attrazione irresistibile. 
I due saranno capaci di lasciarsi alle spalle i dolori del passato e credere in un nuovo, travolgente amore?

Una storia dolce amara sulla sofferenza e la rinascita, e sugli imprevisti e le passioni che possono cambiare l'intero corso di una vita.


*******


I romanzi di Emily Pigozzi appartengono a un genere che, a volte, mi è difficile definire. Sono sì rosa, ma non in senso classico. I suoi personaggi sono quasi sempre belli e giovani, ma mai solo tali. Sono complessi e complicati, così come lo sono le storie che Emily scrive. Chi ha già letto i suoi romanzi  sa di cosa parlo: lei non ama le storie semplici e delicate e, spesso, le sue pagine sono intrise di dolore, di momenti che fanno riflettere e che fanno anche male, se proprio vogliamo dirla tutta.
Lara ha perso sua sorella Susanna quando era ancora una ragazzina. Cesare era il ragazzo di Susanna. Il ragazzo sbagliato, che la famiglia non  accettava. Cesare ha causato la morte di Susanna e Lara non lo ha mai perdonato. Dopo venti anni i due si incontrano in una circostanza molto particolare e, da quel momento, il racconto sarà quello di una storia a tre, dove Susanna è ancora la protagonista che, in qualche modo, deciderà il destino di chi c’è ancora e vive nella solitudine, nel dolore e nella disperazione. Tutto il romanzo ruota intorno ai sentimenti negativi di Lara ma, nonostante tutto, pagina dopo pagina, gli stessi si apriranno a qualcosa di nuovo e inaspettato, che porterà una meritata felicità ai nostri protagonisti.
Un continuo passaggio fra  presente e  passato, fra la storia di Susanna e Cesare e Lara e Cesare. Storia adolescenziale la prima; storia più matura la seconda. Sentimenti diversi, situazioni diverse e persone ora diverse, legate, però, da un filo impossibile da spezzare. Cuori cristallizzati, fermi a venti anni prima, impareranno a scongelarsi lentamente, ripercorrendo a ritroso una storia che li avvicinerà l’uno all’altro e li farà scoprire diversi da quello che erano.
Emily racconta le emozioni per quello che sono: forti, dolorose, tenere, crude. Non ha filtri e non li vuole usare. Lo stile di questa scrittrice è inconfondibile e, come sempre, tratta argomenti difficili senza remore, ma con una delicatezza incredibile. 
Un romanzo che si legge in poche ore, ma che rimane dentro molto più a lungo.




https://www.facebook.com/emilypigozzi/ 

Commenti

  1. Grazie mille Lorena, le tue recensioni sono sempre speciali!

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari