mercoledì 17 ottobre 2018

La segnalazione del giorno: Il respiro dei ricordi di Linda Bertasi


Linda Bertasi 
Il Respiro dei ricordi

Buonasera e buon mercoledì. Oggi siamo davvero molto felici di presentarvi il nuovo romanzo della bravissima Linda Bertasi, che tutti voi conoscete di sicuro. Linda torna con "Il respiro dei ricordi", una storia ambientata in Cornovaglia, 1812. Volete saperne un po' di più? Vi accontentiamo subito.

SINOSSI: CORNOVAGLIA 1812 – È l’alba di un giorno di settembre, quando Kirstin salva Elise da una drammatica caduta oltre la scogliera. Preoccupata per le condizioni della ragazza, la donna la conduce nella sua dimora. Poco dopo, bussa alla porta il barone Thomas Percy, accorso per avere notizie della figlia. Il primo incontro con l’aristocratico è intenso e struggente, e innescherà nel cuore di Kirstin un sentimento che non è destinato a smorzarsi.
Quando il barone propone alla donna di seguirlo nel suo castello a Lizard Point, per diventare l’insegnante di Elise, si prospetta una nuova vita per Kirstin, lontana dal cicaleccio del paese e dall’estenuante controllo di sua sorella.
Sembra l’inizio di un sogno: spumeggianti onde che sfidano l’ululato del vento e scogliere ricoperte di erica. Ma il castello nasconde segreti dietro porte sigillate e, durante la notte, un sussurro si propaga nei corridoi deserti.
Cosa si cela nel maniero e dietro la morte della baronessa Percy?
Tra gli affascinanti scenari della Cornovaglia e gli sconvolgimenti politici di un’Inghilterra governata dagli Hannover, una storia misteriosa sul potere di un sentimento più forte del tempo e sulla magia dei dettagli che possono condurre alla soluzione dell’enigma.

CONTIENE LA PREFAZIONE DI Alessandra Paoloni.



TITOLO: Il Respiro dei Ricordi
AUTORE: Linda Bertasi
EDITORE: Self-Publishing
GENERE: Romance Storico
PAGINE: 227
ANNO: 2018
FORMATO: Ebook
PREZZO: Offerta Lancio € 0,99

DOVE TROVARLO: https://www.amazon.it/Respiro-dei-Ricordi-Linda-Bertasi-ebook/dp/B07JDM9K9Z/

BOOKTRAILER: https://www.youtube.com/watch?v=yJN5gY_fb30 

BIOGRAFIA: 

LINDA BERTASI nasce nel 1978. Appassionata di storia e letteratura inglese, gestisce il suo blog Linda Bertasi Blog dove offre servizi GRATUITI agli emergenti. Collabora con Magazine, Lit-Blog, Case Editrici e Web-site. È una delle Co-Founder del Gruppo Facebook Io Leggo Il Romanzo Storico ed Editor de La Bussola – Servizi Editoriali. 
PUBBLICAZIONI: 

Romanzi:
Destino di un Amore (2010, La Caravella Editrice) 
Il Rifugio – Un amore senza tempo (2011, La Caravella Editrice) 
Il Profumo del Sud (2015, II EDIZIONE) 
Il Silenzio del Peccato (2015, Delos Digital) 
L’Erede di Tahira (2016, II EDIZIONE)
Antologie a cui ha partecipato: 
Italia: Terra d’amori, arte e sapori (2015, EWWA)
Profumi di Storia e d’Estate (2015, IO LEGGO IL ROMANZO STORICO)
Un Natale Speziato (2015, HAREM’S BOOK)
Profumi di Storia e d’Amore (2016, IO LEGGO IL ROMANZO STORICO)

PREMI:

II CLASSIFICATO al XXIII Premio Letterario VALLE SENIO 2012 con Il Rifugio –Un amore senza tempo.
AUTORE COMMENDEVOLE al VII Premio Letterario Europeo MASSA CITTA’ DI MARE E MARMO 2013 con Il Profumo del Sud.
PENNA D’ORO DEL LIONS CLUB 2016



lunedì 8 ottobre 2018

Emily Pigozzi - Il posto del mio cuore


Emily Pigozzi
Il posto del mio cuore


Emily Pigozzi torna fra noi con la seconda edizione del romanzo "Il posto del mio cuore". Come ho più volte detto, questo è, secondo me, il più bel romanzo di Emily e, per questo, voglio riproporvi la mia recensione del 2016.
Bassa emiliana, anni ’50. Alma Libera Tondelli è una ragazza di paese. Sognatrice e inquieta, Alma sembra avere un destino già scritto: la vita di campagna, il lavoro in fabbrica, la messa della domenica. Fulvio, limpido e sincero, la ama da sempre, ma arrendersi al suo amore significherebbe rinunciare ai sogni di libertà che da sempre tormentano il suo spirito. Dalle campagne emiliane del dopoguerra alla Bologna del sessantotto, passando per la Roma del cinema e della Dolce vita, pur plasmata dagli uomini della sua vita Alma cercherà sé stessa e la sua vera strada, mentre al paese qualcuno continuerà ad amarla in silenzio… Perché, come le predisse la Delfina, l’indovina che ha popolato le sue fantasie di adolescente, in lei “ci sono le luci e le ombre, e la salvezza del cuore, spesso, è nel luogo in cui si parte”.

Emily Pigozzi torna con un nuovo romanzo e lo fa sorprendendomi non poco. Della brava autrice avevo già letto e recensito “L’angelo del risveglio” e, da lettrice accanita, avevo notato, in lei, una delicatezza fuori dal comune nel raccontare le sue storie.  Che fosse brava lo avevo intuito, ma che fosse “così tanto brava” non lo avrei, sinceramente, pensato. Non credevo che potesse raccontare una storia così bella e in modo così profondo, così diverso dal solito, con parole soppesate e sicuramente scelte con cura, ma che, durante la lettura, risultano naturali e spontanee. Alma Libera. Questo è il nome della protagonista de “Il posto del mio cuore”. Alma Libera è una ragazza nata nel posto sbagliato; un posto che le sta stretto e che non sente suo. Lei è proprio come il nome che le  hanno dato: un’anima libera, pronta a spiccare il salto lontano dal suo ambiente. Un salto che la porterà non troppo lontano, dal punto di vista fisico, ma lontanissimo dal punto di vista sociale e affettivo.  Alma compie un percorso doloroso e faticoso e diventa grande lontano da chi l’ha amata e continua ad amarla, anche se lei non c’è più. La storia di Alma Libera conquista il lettore pagina dopo pagina, coinvolgendolo in maniera totale e impedendogli, quasi, di interrompere la lettura, tale è la curiosità di sapere quale sarà la conclusione della stessa. Emily Pigozzi affronta tantissimi argomenti  e lo fa ambientando il romanzo in un periodo storico importante e tratteggiando  i personaggi in maniera netta e precisa. “Il posto del mio cuore” fa di Emily Pigozzi una scrittrice “diversa” dal coro; una scrittrice che ha tutte le qualità per essere considerata “grande” e “matura” ; una scrittrice che  ha storie davvero belle da raccontare.   


Lo potete acquistare qui : Amazon 
€ 0,99
Gratis con Kindle unlimited

La storia:

Fulvio era la trasparenza, la dolcezza, il chiarore dell’estate. Era il calore di un sole che tramontava piano sulla campagna, la stessa dove eravamo nati e cresciuti. 
Era un bicchiere di primavera eterna. 
Invece, in me c’erano anche il grigiore dell’inverno e le notti senza fine dell’autunno. Io avevo bisogno di tutte le stagioni.

Alma Libera Tondelli somiglia al suo nome: uno spirito fatto di vento. Nata in un piccolo paese di campagna, tra leggende contadine e pregiudizi, il suo destino è essere una moglie, magari di un ragazzo dagli occhi buoni che la ama da sempre. Ma in Alma ci sono il fuoco, l’irrequietezza della ribellione e la voglia di scoprire il mondo. Chi può diventare? Cosa arde dentro di lei? Dalle campagne emiliane del dopoguerra alla Roma del Sessantotto, tra passioni sbagliate e palcoscenici di teatri, muovendosi tra personaggi folli e indimenticabili, Alma cercherà se stessa e la sua vera strada, provando a dimenticare il suo difficile passato. Al suo fianco Adriano, sognatore e inquieto, Claudio, geniale e dolcissimo, Amabile e Marcella, ribelli e innamorate. Un amore silenzioso, però, la accompagna, le sue radici sono profonde e vengono da lontano. 
Un sentimento più forte di tutto e destinato a non arrendersi.

Avvertenza per i lettori: questa è la seconda edizione rivista e aggiornata del romanzo già pubblicato nel 2015 con casa editrice e con il medesimo titolo. Contiene scene inedite. 

giovedì 16 agosto 2018

Recensiamo

Eufemia Griffo
Sagome di carta
Le streghe di Triora
Editore: Le Mezzelane Casa Editrice (4 agosto 2018)
 
Disponibile in ebook (Euro 4,99) in tutte le librerie elettroniche e prenotabile in versione cartacea (Euro 15,00) inviando una mail a prenotazioni@lemezzelane.eu

 
Sinossi
Roma, 1996. La giornalista e fotografa Cordelia Malandri viene inviata a Triora, un borgo nell’entroterra ligure, per scrivere un servizio sulla feroce caccia alla streghe avvenuta nel 1587. Lì conoscerà Massimiliano, un ex insegnante di storia, e Bianca Maria, l’ultima discendente delle streghe diTriora, che le farà rivivere gli eventi di quell’anno drammatico raccontandole della carestia che mise in ginocchio il paese, della la quale vennero accusate le donne “sapienti”, additate come “bagiue”, ovvero streghe. Tra le vittime la giovane Angelina Clavenna. La sua storia, il suo amore impossibile per Tommaso Carrega, la prigionia e le torture subite, fanno di lei la vera protagonista del romanzo che, pagina dopo pagina, rivela il legame tra Angelina e Cordelia, i fili dell’odio e dell’amore, del passato e del presente che si intersecano fino all’unico epilogo possibile.
 
************
Leggere un libro a volte vuol dire anche “sentirsi a casa”, camminare lungo vie che conosci benissimo e trovare conforto e conferme in ogni parola che incontri. Si sa che le streghe mi piacciono da sempre e che ho un particolare legame con i loro riti magici. Si sa che amo leggere storie di streghe, ed è per questo, ma non solo, che ho deciso di acquistare “Sagome di carta (le streghe di Triora), di Eufemia Griffo, una delle autrici della Casa Editrice Le Mezzelane di Ancona. Nella sua storia ho ritrovato antichi riti legati a religioni pagane, candele rituali e invocazioni che fanno parte del mio vissuto e delle mie convinzioni; nella sua storia ho ritrovato anni e anni di studi, e decine di libri letti per scrivere parole piene di storia e verità; Eufemia Griffo ha mescolato fantasia e realtà in maniera ammirabile. “Sagome di carta” è un po’ saggio e un po’ romanzo e, per questo motivo, differente da ogni altro libro dove si trovano storie di streghe e di stregoneria. Una narrazione che sa essere equilibrata e convincente perché derivante da una conoscenza approfondita dell’argomento e della storia avvenuta a Triora nel 1587. Nel piccolo borgo, che si trova in provincia di Imperia, in quell’anno si scatenò una feroce caccia alle streghe che, come in altre tante situazioni, prese avvio per trovare un capro espiatorio che giustificasse carestie o altre calamità naturali. Accanto a personaggi realmente esistiti l’autrice ne inserisce altri del tutto inventati ma che si amalgamano nella storia in maniera del tutto verosimile e convincente. Angelina è uno di questi personaggi e si stenta a credere che non sia vera. Angelina potrebbe essere una qualsiasi delle migliaia di donne uccise in quel periodo in nome di una Chiesa ottusa e feroce. Angelina è una delle migliaia di vittime della follia collettiva, di un secolo buio che ha cercato di distruggere la sapienza di donne che, da sempre, sono state considerate “elette” perché conoscevano i segreti della Natura, della vita e della morte. Tra le pagine di “Sagome di carta” respiriamo il dolore patito da quelle donne, assorbiamo i sentimenti, i ricordi, il respiro delle anime che ancora si aggirano nei vicoli di Triora.
 
Un romanzo intenso ed emozionante, teso a ridare voce a chi strega non era se non nel senso più alto del termine. Strega, nella cultura celtica, come scrive Eufemia, deriva da wicca, parola che, tradotta, vuol dire saggia. La strega è una donna saggia, e la sua saggezza oggi viene riabilitata grazie ai romanzi di autrici come Eufemia Griffo.  Un romanzo che va letto con il cuore.
 

domenica 29 luglio 2018

Recensiamo


Eufemia Griffo
Sagome di carta
Le streghe di Triora
Editore: Le Mezzelane Casa Editrice (4 agosto 2018)
 
Disponibile in ebook (Euro 4,99) in tutte le librerie elettroniche e prenotabile in versione cartacea (Euro 15,00) inviando una mail a prenotazioni@lemezzelane.eu
 
Sinossi
Roma, 1996. La giornalista e fotografa Cordelia Malandri viene inviata a Triora, un borgo nell’entroterra ligure, per scrivere un servizio sulla feroce caccia alla streghe avvenuta nel 1587. Lì conoscerà Massimiliano, un ex insegnante di storia, e Bianca Maria, l’ultima discendente delle streghe diTriora, che le farà rivivere gli eventi di quell’anno drammatico raccontandole della carestia che mise in ginocchio il paese, della la quale vennero accusate le donne “sapienti”, additate come “bagiue”, ovvero streghe. Tra le vittime la giovane Angelina Clavenna. La sua storia, il suo amore impossibile per Tommaso Carrega, la prigionia e le torture subite, fanno di lei la vera protagonista del romanzo che, pagina dopo pagina, rivela il legame tra Angelina e Cordelia, i fili dell’odio e dell’amore, del passato e del presente che si intersecano fino all’unico epilogo possibile.

Leggere un libro a volte vuol dire anche “sentirsi a casa”, camminare lungo vie che conosci benissimo e trovare conforto e conferme in ogni parola che incontri. Si sa che le streghe mi piacciono da sempre e che ho un particolare legame con i loro riti magici. Si sa che amo leggere storie di streghe, ed è per questo, ma non solo, che ho deciso di acquistare “Sagome di carta (le streghe di Triora), di Eufemia Griffo, una delle autrici della Casa Editrice Le Mezzelane di Ancona. Nella sua storia ho ritrovato antichi riti legati a religioni pagane, candele rituali e invocazioni che fanno parte del mio vissuto e delle mie convinzioni; nella sua storia ho ritrovato anni e anni di studi, e decine di libri letti per scrivere parole piene di storia e verità; Eufemia Griffo ha mescolato fantasia e realtà in maniera ammirabile. “Sagome di carta” è un po’ saggio e un po’ romanzo e, per questo motivo, differente da ogni altro libro dove si trovano storie di streghe e di stregoneria. Una narrazione che sa essere equilibrata e convincente perché derivante da una conoscenza approfondita dell’argomento e della storia avvenuta a Triora nel 1587. Nel piccolo borgo, che si trova in provincia di Imperia, in quell’anno si scatenò una feroce caccia alle streghe che, come in altre tante situazioni, prese avvio per trovare un capro espiatorio che giustificasse carestie o altre calamità naturali. Accanto a personaggi realmente esistiti l’autrice ne inserisce altri del tutto inventati ma che si amalgamano nella storia in maniera del tutto verosimile e convincente. Angelina è uno di questi personaggi e si stenta a credere che non sia vera. Angelina potrebbe essere una qualsiasi delle migliaia di donne uccise in quel periodo in nome di una Chiesa ottusa e feroce. Angelina è una delle migliaia di vittime della follia collettiva, di un secolo buio che ha cercato di distruggere la sapienza di donne che, da sempre, sono state considerate “elette” perché conoscevano i segreti della Natura, della vita e della morte. Tra le pagine di “Sagome di carta” respiriamo il dolore patito da quelle donne, assorbiamo i sentimenti, i ricordi, il respiro delle anime che ancora si aggirano nei vicoli di Triora.
 
Un romanzo intenso ed emozionante, teso a ridare voce a chi strega non era se non nel senso più alto del termine. Strega, nella cultura celtica, come scrive Eufemia, deriva da wicca, parola che, tradotta, vuol dire saggia. La strega è una donna saggia, e la sua saggezza oggi viene riabilitata grazie ai romanzi di autrici come Eufemia Griffo.  Un romanzo che va letto con il cuore.
 
 ********************
 
Loriana Lucciarini
"Ritrovarsi"

BIOGRAFIA:

Loriana Lucciarini, romana, vive in provincia di Viterbo. Scrittrice e blogger ha fondato Magla, l'isola del libro e il blog delle 4Writers e collabora con siti internet e testate web. Con Arpeggio Libero ha pubblicato il romance “Il cielo d'Inghilterra”, il romanzo breve per ragazzi “Una fantastica caccia al tesoro”, la favola “Si può volare senza ali” per Emergency (facente parte di una collana curata e ideata dalla sottoscritta) e il suo racconto breve, Il coraggio di raccontare, fa parte del volume “4 Petali Rossi, frammenti di storie spezzate” per BeFree (antologia curata e ideata dalla sottoscritta). Con Le Mezzelane editore, ha pubblicato nel 2018 il romance “Una felicità leggera leggera” e, di imminente uscita, il romance “Ritrovarsi”. Ha all'attivo anche volumi di poesie (“Sotto le nuvole”, “Little Thoughts/short stories”, “I legami sottili dell'anima”) ed è presente in numerose antologie di narrativa e di versi poetici. È socia EWWA (European Writing Women Association) dal 2016. Pubblica, inoltre, gratis online alcune opere su mEEtale e Wattpad. 

Sinossi: 
Coleen è una donna dal carattere forte, che ha gettato alle spalle un passato infelice per riprendere in mano la propria vita. Vive con sua figlia Emily a Dublino, ha un lavoro che le piace, un'amica pazza con cui passa le serata e un matrimonio fallito alle spalle. Quando sua figlia vince i biglietti per il concerto dei Social Review, Coleen la accompagna e qui rincontra Connor, il suo primo grande amore. L'incontro provoca in Coleen grande emozione e la riporta indietro nel passato, alla notte delle lacrime di fata, quando lui, surfista australiano in vacanza studio in Irlanda, si era unito al gruppo composto da lei e i cugini Walsh. Quella notte lei e Connor si erano amati e per qualche ora era stato tutto perfetto, poi tutto aveva preso una piega tragica e il presente di Coleen si era trasformato in una gabbia di sofferenza. Connor, tornato in Australia, non l'aveva mai più cercata. Ora, il nuovo incontro, a distanza di quindici anni di distanza, apre nuovi scenari e porta alla luce sentimenti mai spenti…

"La rabbia era sparita dalla sua voce, lasciandosi dietro una scia di amarezza. L'aveva covata per tutti quegli anni e ora se n'era andata. Coleen l'aveva cercata durante la notte insonne, rovistando tra i cassetti dei ricordi, girovagando nella sua anima, eppure non ne aveva trovato traccia, non più. Era subentrata l'amarezza. Un sentimento nuovo, intriso di rimpianto e impotenza, che non era pronta a gestire e che le stava facendo male."

La meravigliosa Dublino, descritta benissimo, fa da sfondo alla storia che vede coinvolti Coleen e Connor, i protagonisti del delizioso romance “Ritrovarsi”, scritto da Loriana Lucciarini per la collana Live&Love della Casa Editrice Le Mezzelane di Ancona. L’autrice conosce bene la città e si vede, perché riesce a farci immaginare ogni ambientazione senza difficoltà, e conosce anche gli antichi miti e leggende irlandesi, inseriti nella trama in maniera del tutto naturale e spontanea. È una storia che apre la speranza su una seconda occasione, un’occasione che Coleen, la protagonista, non aspettava proprio. Lei ha sepolto con cura il suo passato e la breve storia avuta con Connor, quando entrambi erano molto giovani. Ma il passato torna quando meno ce lo aspettiamo e Coleen si troverà a fare i conti con i ricordi che ancora sono vivi nel suo cuore. Connor torna a Dublino e, grazie a una strana coincidenza, i due si incontrano di nuovo e…
Non vi racconterò altro della storia perché la dovete leggere tutta senza che qualcuno vi rovini il gusto di farlo, ma vi dirò che “Ritrovarsi” è un romanzo da non perdere perché Loriana Lucciarini è una scrittrice  talentuosa, elegante e capace di far percepire, attraverso le parole, la miriade di emozioni che sconvolgono la vita di Coleen e Connor: rabbia, rancore, desiderio, paura, dolcezza, aspettativa e tanto altro ancora.
In una Dublino moderna, fra i locali pubblici e le strade della città, nelle tipiche case dublinesi, dietro le belle porte colorate, si svolge una storia semplice e, per questo, indimenticabile nella sua dolcezza e leggerezza. Una lettura piacevole, una scrittura lineare e scorrevole, una storia che potrebbe accadere a ognuno di noi e, per questo, ancora più credibile. Il romanzo si legge in poche ore e ha un formato “gioiello”. 
Non conoscere la storia di Coleen e Connor sarebbe un vero peccato.

Formato ebook € 2,99
Formato cartaceo € 7,99




Acquistabile su tutti gli store online, in libreria e sul sito della casa editrice Le Mezzelane

giovedì 19 luglio 2018

Recensiamo


Loriana Lucciarini
"Ritrovarsi"

BIOGRAFIA:

Loriana Lucciarini, romana, vive in provincia di Viterbo. Scrittrice e blogger ha fondato Magla, l'isola del libro e il blog delle 4Writers e collabora con siti internet e testate web. Con Arpeggio Libero ha pubblicato il romance “Il cielo d'Inghilterra”, il romanzo breve per ragazzi “Una fantastica caccia al tesoro”, la favola “Si può volare senza ali” per Emergency (facente parte di una collana curata e ideata dalla sottoscritta) e il suo racconto breve, Il coraggio di raccontare, fa parte del volume “4 Petali Rossi, frammenti di storie spezzate” per BeFree (antologia curata e ideata dalla sottoscritta). Con Le Mezzelane editore, ha pubblicato nel 2018 il romance “Una felicità leggera leggera” e, di imminente uscita, il romance “Ritrovarsi”. Ha all'attivo anche volumi di poesie (“Sotto le nuvole”, “Little Thoughts/short stories”, “I legami sottili dell'anima”) ed è presente in numerose antologie di narrativa e di versi poetici. È socia EWWA (European Writing Women Association) dal 2016. Pubblica, inoltre, gratis online alcune opere su mEEtale e Wattpad. 

Sinossi: 
Coleen è una donna dal carattere forte, che ha gettato alle spalle un passato infelice per riprendere in mano la propria vita. Vive con sua figlia Emily a Dublino, ha un lavoro che le piace, un'amica pazza con cui passa le serata e un matrimonio fallito alle spalle. Quando sua figlia vince i biglietti per il concerto dei Social Review, Coleen la accompagna e qui rincontra Connor, il suo primo grande amore. L'incontro provoca in Coleen grande emozione e la riporta indietro nel passato, alla notte delle lacrime di fata, quando lui, surfista australiano in vacanza studio in Irlanda, si era unito al gruppo composto da lei e i cugini Walsh. Quella notte lei e Connor si erano amati e per qualche ora era stato tutto perfetto, poi tutto aveva preso una piega tragica e il presente di Coleen si era trasformato in una gabbia di sofferenza. Connor, tornato in Australia, non l'aveva mai più cercata. Ora, il nuovo incontro, a distanza di quindici anni di distanza, apre nuovi scenari e porta alla luce sentimenti mai spenti…

"La rabbia era sparita dalla sua voce, lasciandosi dietro una scia di amarezza. L'aveva covata per tutti quegli anni e ora se n'era andata. Coleen l'aveva cercata durante la notte insonne, rovistando tra i cassetti dei ricordi, girovagando nella sua anima, eppure non ne aveva trovato traccia, non più. Era subentrata l'amarezza. Un sentimento nuovo, intriso di rimpianto e impotenza, che non era pronta a gestire e che le stava facendo male."

La meravigliosa Dublino, descritta benissimo, fa da sfondo alla storia che vede coinvolti Coleen e Connor, i protagonisti del delizioso romance “Ritrovarsi”, scritto da Loriana Lucciarini per la collana Live&Love della Casa Editrice Le Mezzelane di Ancona. L’autrice conosce bene la città e si vede, perché riesce a farci immaginare ogni ambientazione senza difficoltà, e conosce anche gli antichi miti e leggende irlandesi, inseriti nella trama in maniera del tutto naturale e spontanea. È una storia che apre la speranza su una seconda occasione, un’occasione che Coleen, la protagonista, non aspettava proprio. Lei ha sepolto con cura il suo passato e la breve storia avuta con Connor, quando entrambi erano molto giovani. Ma il passato torna quando meno ce lo aspettiamo e Coleen si troverà a fare i conti con i ricordi che ancora sono vivi nel suo cuore. Connor torna a Dublino e, grazie a una strana coincidenza, i due si incontrano di nuovo e…
Non vi racconterò altro della storia perché la dovete leggere tutta senza che qualcuno vi rovini il gusto di farlo, ma vi dirò che “Ritrovarsi” è un romanzo da non perdere perché Loriana Lucciarini è una scrittrice  talentuosa, elegante e capace di far percepire, attraverso le parole, la miriade di emozioni che sconvolgono la vita di Coleen e Connor: rabbia, rancore, desiderio, paura, dolcezza, aspettativa e tanto altro ancora.
In una Dublino moderna, fra i locali pubblici e le strade della città, nelle tipiche case dublinesi, dietro le belle porte colorate, si svolge una storia semplice e, per questo, indimenticabile nella sua dolcezza e leggerezza. Una lettura piacevole, una scrittura lineare e scorrevole, una storia che potrebbe accadere a ognuno di noi e, per questo, ancora più credibile. Il romanzo si legge in poche ore e ha un formato “gioiello”. 
Non conoscere la storia di Coleen e Connor sarebbe un vero peccato.

Formato ebook € 2,99
Formato cartaceo € 7,99

Acquistabile su tutti gli store online, in libreria e sul sito della casa editrice Le Mezzelane


*********

Elena Ungini
Mia  Fata dei Boschi


Collana Black Moon Street
Autore Elena Ungini
Editor Chiara De Giorgi
Versione cartacea € 15,90 
Pagine 341
Ebook € 5,49
Link di acquisto Le Mezzelane - negozio

Le fiabe sono davvero capaci di compiere magie: fanno diventare il mondo più bello e allietano le giornate pesanti. 
Elena Ungini, scrittrice ed editor della Casa Editrice “Le Mezzelane” di Ancona, con “Mia fata dei boschi” fa un meraviglioso regalo ai suoi lettori: la spensieratezza.  
Nel mondo fatato di Mia di accede attraverso una porta nascosta in cima a un grande albero nel folto del bosco. C’è tutto quello che una giovane fatina possa desiderare, però Mia è affascinata dal mondo di fuori e non perde occasione per uscire di nascosto dalla scuola. Incontrerà gnomi dispettosi, risveglierà la malvagia strega Soraia e incontrerà Nathan, un ragazzo umano che le farà scoprire la magia della musica e la poesia dell’amore. Il destino del bosco di Mia, tuttavia, è in pericolo, e la giovane fatina dovrà usare tutto il suo coraggio perché il suo popolo sia salvo e i suoi sogni possano diventare realtà. 
Mia nasce senza le scarpette e questo farà di lei una fata davvero speciale. Nel suo mondo c’è tutto quello che qualsiasi persona (o fata) potrebbe desiderare, ma a Mia quel mondo non basta: lei è attratta da quello degli umani, che ha avuto modo di conoscere quando ha dovuto cercare da sola la strada per trovare le altre fate, nate prima di lei. Mia non perde occasione per uscire di nascosto dalla scuola, coperta dalla sua amica Aida, per raggiungere la casa di Alice, la sua piccola amica umana, e Nathan, il giovane di cui si innamora, ricambiata. Non sto qui a raccontarvi tutta la storia che Elena Ungini ha scritto per la Casa Editrice Le Mezzelane di Ancona perché voglio lasciare a voi il piacere di farlo, ma voglio solo indurvi in tentazione dicendovi che la storia che Elena racconta è davvero capace di fare una magia: rende tutto più bello e magico, ci allevia le pene della giornata e ci fa sognare a occhi aperti. La storia, apparentemente semplice e scritta per piccoli lettori, in realtà nasconde una struttura solida e ben costruita. Si sente in ogni parola che la scrittrice padroneggia la storia e che sa benissimo come la deve raccontare. In ogni pagina, inoltre, si sente e si legge l’amore che l’autrice nutre per la musica. Tantissimi i brani citati e gli autori, al punto che molti spezzoni di strofa sono riportati  quasi ogni volta che sulla scena compare Nathan, il bel musicista che fa battere il cuore a Mia. Tanti i messaggi che Elena invia ai suoi lettori, primo fra tutti quello dell’integrazione fra razze diverse. L’integrazione e l’unione aiuteranno i nostri protagonisti a combattere e vincere il male. E, come in ogni fiaba che si rispetti, anche qui la storia si chiude con il lieto fine, altrimenti che fiaba sarebbe?

Recensiamo - Mia Fata dei Boschi - di Elena Ungini - Le Mezzelane Casa Editrice


Elena Ungini
Mia  Fata dei Boschi

Collana Black Moon Street
Autore Elena Ungini
Editor Chiara De Giorgi
Versione cartacea € 15,90 
Pagine 341
Ebook € 5,49
Link di acquisto Le Mezzelane - negozio

Le fiabe sono davvero capaci di compiere magie: fanno diventare il mondo più bello e allietano le giornate pesanti. 
Elena Ungini, scrittrice ed editor della Casa Editrice “Le Mezzelane” di Ancona, con “Mia fata dei boschi” fa un meraviglioso regalo ai suoi lettori: la spensieratezza.  
Nel mondo fatato di Mia di accede attraverso una porta nascosta in cima a un grande albero nel folto del bosco. C’è tutto quello che una giovane fatina possa desiderare, però Mia è affascinata dal mondo di fuori e non perde occasione per uscire di nascosto dalla scuola. Incontrerà gnomi dispettosi, risveglierà la malvagia strega Soraia e incontrerà Nathan, un ragazzo umano che le farà scoprire la magia della musica e la poesia dell’amore. Il destino del bosco di Mia, tuttavia, è in pericolo, e la giovane fatina dovrà usare tutto il suo coraggio perché il suo popolo sia salvo e i suoi sogni possano diventare realtà. 
Mia nasce senza le scarpette e questo farà di lei una fata davvero speciale. Nel suo mondo c’è tutto quello che qualsiasi persona (o fata) potrebbe desiderare, ma a Mia quel mondo non basta: lei è attratta da quello degli umani, che ha avuto modo di conoscere quando ha dovuto cercare da sola la strada per trovare le altre fate, nate prima di lei. Mia non perde occasione per uscire di nascosto dalla scuola, coperta dalla sua amica Aida, per raggiungere la casa di Alice, la sua piccola amica umana, e Nathan, il giovane di cui si innamora, ricambiata. Non sto qui a raccontarvi tutta la storia che Elena Ungini ha scritto per la Casa Editrice Le Mezzelane di Ancona perché voglio lasciare a voi il piacere di farlo, ma voglio solo indurvi in tentazione dicendovi che la storia che Elena racconta è davvero capace di fare una magia: rende tutto più bello e magico, ci allevia le pene della giornata e ci fa sognare a occhi aperti. La storia, apparentemente semplice e scritta per piccoli lettori, in realtà nasconde una struttura solida e ben costruita. Si sente in ogni parola che la scrittrice padroneggia la storia e che sa benissimo come la deve raccontare. In ogni pagina, inoltre, si sente e si legge l’amore che l’autrice nutre per la musica. Tantissimi i brani citati e gli autori, al punto che molti spezzoni di strofa sono riportati  quasi ogni volta che sulla scena compare Nathan, il bel musicista che fa battere il cuore a Mia. Tanti i messaggi che Elena invia ai suoi lettori, primo fra tutti quello dell’integrazione fra razze diverse. L’integrazione e l’unione aiuteranno i nostri protagonisti a combattere e vincere il male. E, come in ogni fiaba che si rispetti, anche qui la storia si chiude con il lieto fine, altrimenti che fiaba sarebbe?

I Post più letti

La segnalazione del giorno: Il respiro dei ricordi di Linda Bertasi

Linda Bertasi  Il Respiro dei ricordi Buonasera e buon mercoledì. Oggi siamo davvero molto felici di presentarvi il nuovo romanz...