NOI LO STIAMO LEGGENDO E VE LO CONSIGLIAMO



Tre storie e tre personaggi che sembrano non avere nulla da condividere. Ancora una volta Nicolas Barreau, con Parigi è sempre una buona idea, non delude le aspettative dei suoi lettori, che aspettavano da tempo il nuovo romanzo, edito dalla casa editrice Feltrinelli. Un romanzo semplice e delicato, adatto per i lunghi giorni estivi. La storia ideale per sognare un viaggio a Parigi e per scoprire la papeterie di Rosalie. Poi, se volete, tornateci anche il 12 dicembre, il giorno del  suo compleanno. Fermatevi sotto la Tour Eiffel e guardate in alto; uno dei biglietti dei desideri di Rosalie potrebbe arrivare proprio sul vostro cuore.



Parigi è sempre una buona idea, si sa. Innamorati o no, vale sempre la pena di fare una passeggiata per le vie della Ville Lumière. Lì, in rue du Dragon, una deliziosa stradina nel cuore di Saint-Germain, ci si può imbattere in un piccolo negozio con una vecchia insegna di legno, un campanello d’argento démodé sulla porta e, dentro, mensole straripanti di carta da lettere e bellissime cartoline illustrate: la papeterie di Rosalie Laurent.
Talentuosa illustratrice, Rosalie è famosa per i biglietti d’auguri personalizzati che realizza a mano. Ed è un’accanita sostenitrice dei rituali: il café crème la mattina, una fetta di tarte au citron nelle giornate storte, un buon bicchiere di vino rosso dopo la chiusura della papeterie. I rituali aiutano a fare ordine nel caos della vita, ed è per questo che ogni anno, per il suo compleanno, Rosalie fa sempre la stessa cosa: sale i 704 gradini della Tour Eiffel fino al secondo piano e, con il cuore in gola, lancia in aria un biglietto su cui ha scritto un desiderio. Ma finora nessuno è mai stato esaudito. Tutto cambia il giorno in cui un anziano signore entra come un ciclone nella papeterie. Si tratta del famoso scrittore per bambini Max Marchais, che le chiede di illustrare il suo nuovo libro. Rosalie accetta felice e ben presto i due diventano amici, La tigre azzurra ottiene premi e riconoscimenti e si aggiudica il posto d’onore in vetrina. Quando, poco tempo dopo, un affascinante professore americano, attratto dal libro, entra in negozio, Rosalie pensa che il destino stia per farle un altro regalo. Ma prima ancora che si possa innamorare, ha un’amara sorpresa. Perché l’uomo è fermamente convinto che la storia della Tigre azzurra sia sua…

Una piccola cartoleria parigina e la sua eccentrica proprietaria. Un professore americano e un misterioso manoscritto. Una storia d’amore delicata e appassionante.

“Non chiedo di più a un libro, alla vita e a un bel film.” Massimo Gramellini, su Una sera a Parigi

****



Sperling & Kupfer


Seguii il loro sguardo e in quel momento pensai che London fosse la neonata più preziosa nella storia del mondo. Avremo una vita bellissima. Noi due.

A trentaquattro anni, Russell Green ha tutto: una moglie fantastica, un'adorabile bambina di cinque anni, una carriera ben avviata e una casa elegante a Charlotte, in North Carolina. All'apparenza vive un sogno, ma sotto la superficie perfetta qualcosa comincia a incrinarsi. Nell'arco di pochi mesi, Russ si trova senza moglie né lavoro, solo con la figlia London e una realtà tutta da reinventare. E se quel viaggio all'inizio lo spaventa, ben presto il legame con London diventa indissolubile e dolcissimo, tanto da dargli una forza che non si aspettava. La forza di affrontare la fine di un matrimonio in cui aveva tanto creduto. Ma soprattutto la forza straordinaria di essere un padre solido e affidabile, capace di proteggere la sua bambina dalle conseguenze di un cambiamento tanto radicale. Alla paura iniziale, poco alla volta, si sostituisce la meraviglia di ritrovare dentro di sé le risorse che servono per fare il mestiere più difficile del mondo, il genitore. Russ scopre di saper amare in un modo nuovo, di quell'amore incondizionato che non deve chiedere ma solo offrire. E forse per questo potrà anche rimettersi in gioco con una donna alla quale dare tutto se stesso.

Nicholas Sparks, insuperabile narratore dei sentimenti, è uno degli scrittori più amati al mondo: tutti i suoi romanzi sono stati bestseller del New York Times e hanno venduto oltre cento milioni di copie in più di cinquanta Paesi, raggiungendo puntualmente i vertici delle classifiche internazionali. 

Molti i film ispirati ai suoi libri, tra cui ricordiamo Le parole che non ti ho dettoI passi dell'amoreLe pagine della nostra vitaCome un uraganoHo cercato il tuo nome eLa risposta è nelle stelle. Sparks vive nel North Carolina. 
www.nicholassparks.it
****

L'amore è una bugia di Patrizia Violi



Giunti Editore
Formato ebook
€ 4,99

Sinossi: 
Giovane, carina e precaria, Elena è intrappolata nella maledizione delle moderne generazioni: una laurea, un lavoro che non la soddisfa e la ricerca del grande amore. Fino a quando una sera s’imbuca allo showcase dei Depeche Mode e incontra Mattia, giornalista di grande carisma e di bell’aspetto. Elena perde completamente la testa, anche se Mattia è il classico sciupafemmine seriale e il suo vero “compagno di vita” finora è stato Andrea, amico già dai tempi del liceo. I due si completano a vicenda: il primo affascinante ed estroverso, il secondo timido e intelligente. Entrambi single convinti, spesso è capitato che Andrea riciclasse le fidanzate “usate” di Mattia. Sarà così anche per Elena? I due si frequentano per qualche mese, ma quando Mattia decide di lasciarla, una scoperta improvvisa cambia tutto. I sintomi che aveva tanto a lungo trascurato, si rivelano molto più gravi del previsto. Mostrarsi vulnerabile e cercare conforto in una relazione stabile o mentire e allontanarsi? E se è vero che gli amici si vedono nel momento del bisogno, Andrea si dimostrerà tale? Tra bugie e improvvisi ribaltamenti, un romanzo appassionante che presenta il lato oscuro dell’amicizia e dell’amore.

Patrizia Violi
Patrizia Violi vive a Milano dove fa la giornalista, collabora con il blog La Ventisettesima Ora e Futura del Corriere della Sera. È sposata e ha due figlie: dalla sua esperienza familiare è nato extramamma.net. Ha pubblicato Love.com (Emmabooks...)


***

Ladybug di Marina Atzori


“Basta poco per avere paura in Sardegna, ma basta ancora meno di quel poco per innamorarsene perdutamente.”

Iglesias, parola d'ordine: destino. Sebastiano Melis, apicoltore e appassionato di scrittura, sfogliando alcuni testi di Storia, riscopre il fascino della sua terra, la Sardegna. L'atmosfera affascinante e suggestiva di Ingurtosu, frazione semi abbandonata del Medio Campidano, incoraggia l'uomo a riflettere sui soprusi e le ingiustizie subiti negli anni, dal popolo sardo. Durante le ricerche, al Parco Geominerario del Sulcitano, si verificano alcuni singolari episodi che lo mettono in seria difficoltà. L'uomo oltre ad occuparsi delle sue arnie, alla sera si immerge totalmente nella lettura di un misterioso manoscritto custodito in soffitta che gli scombussola l'esistenza e non poco. Sebastiano, a quel punto, deve fare i conti con se stesso e il suo passato. Nel frattempo, Mario Congiu, web journalist e amico d'infanzia di Sebastiano, deve darsi da fare nel tentativo di trovare un ghostwriter disposto a romanzare la vita di un ex bandito, Salvatore Marras. Ladybug è la prescelta. La ‘scrittrice fantasma’ accetta l’incarico non senza riserve e scrive, per la prima volta, sottostando a determinate regole e condizioni. A causa del libro commissionato, Tarsilia, sorella di Salvatore, e unico bastone della vecchiaia dell’ex detenuto, si scontra faccia a faccia con gli imprevisti e una realtà scomoda, difficile da accettare, forse. Un libro fatto di strade e di vite, che si incrociano senza un apparente motivo. La fatalità gioca un ruolo determinante nelle scelte di tutti i personaggi, costringendoli a chiudere le porte aperte e i conti in sospeso con ciò che è stato. In fondo, non è sempre detto che il rancore debba cedere il posto al perdono, dipende. Fino a che punto siete disposti ad abbandonare il ricordo di qualcosa o qualcuno che vi ha feriti profondamente? Ecco: tutto dipende dalla risposta che darete a questa domanda.



*****************

Parallelo45 Edizioni, 2017

Coralba Capuani
L'amore è un cerchio


Le vicende di una famiglia alto borghese ripercorrono la storia d'Italia: il borgo gentilizio che era ai primi del Novecento Castellammare Adriatico e in cui tre cugine, Matilde, Nina e Maria conducono una vita spensierata, fatta di frequentazioni a teatro, concerti, musica e sogni di un futuro roseo. L'allontanamento per molti anni che le vedrà cambiate, insieme ai vari mutamenti sociali dell'epoca: la nascita di Pescara nel '27 che ingloberà Castellammare Adriatico, la loro adorata città, la metropoli culturale che era la Napoli degli anni Venti e Trenta e che Matilde sceglierà come città d'elezione, dove vivrà anche la sua tormentata storia d'amore con Emanuele. Ma anche l'avvento del fascismo che porterà alla seconda guerra mondiale. Le tre donne si rincontreranno solo dopo molti anni ritrovandosi ormai donne adulte e disincantate dalla vita che ha spazzato via tutti i loro sogni facendone tre anime sofferenti, anche se ognuna a modo proprio.


****




Noi de "ilgiardinodeigirasoli" stiamo leggendo "Un piccolo infinito addio" di Emily Pigozzi. 
I romanzi di Emily non deludono mai

Sinossi:

E se l’uomo che credevi di odiare fosse l’unico in grado di scaldarti il cuore?

Lara Corsini è un medico: ha poco più di trent’anni, ma vive un’esistenza solitaria e costellata di ricordi. L’unico sentimento vero che prova è l’odio per Cesare Marano, ex ragazzo scapestrato e primo amore di sua sorella, la dolce e bellissima Susanna, ma anche il colpevole della sua morte prematura. 

Da allora sono trascorsi vent’anni. Dopo il carcere, di Cesare si sono perse le tracce.

Il suo improvviso ritorno in città risveglierà sentimenti mai sopiti, ma Lara dovrà fare i conti con una eventualità imprevista: Cesare è un uomo ferito, completamente diverso, e la ragazza sente crescere verso di lui un’attrazione irresistibile. 

I due saranno capaci di lasciarsi alle spalle i dolori del passato e credere in un nuovo, travolgente amore?



Una storia dolce amara sulla sofferenza e la rinascita, e sugli imprevisti e le passioni che possono cambiare l'intero corso di una vita.


https://www.amazon.it/piccolo-infinito-addio-Emily-Pigozzi-ebook/dp/B01N391MVX




Edizioni Il Viandante
€ 12,50


Oggi vi segnaliamo "Venti racconti vagabondi", scritti da Roberto Centorame e pubblicati da Edizioni Il Viandante, piccola e attiva Casa Editrice abruzzese (che non chiede contributi agli autori che pubblica), fondata nel 2015 da due scrittori: Arturo Bernava e Alessio Masciulli.
Roberto Centorame è nato a Teramo e attualmente vive a Scerne di Pineto. Un bancario/scrittore che ha una grande passione: viaggiare. 
Nel suo girovagare per il mondo ha appuntato varie impressioni che, successivamente, sono diventati racconti da leggere, aggiungerei piacevolmente, in poche ore. 
Ho conosciuto l'autore e i suoi editori qualche giorno fa, quando hanno presentato il libro in un lido sulla riva del mare, in una bella serata di fine estate. L'ironia e le battute, dietro le quali Roberto Centorame nascondeva la ritrosia di chi, forse, non ama troppo mettersi in mostra, mi hanno convinta ad acquistare la raccolta di racconti,  dietro la quale, fra l'altro, c'è un progetto importante, nato durante uno dei suoi viaggi. 
"Una barca per la vita" è un progetto di solidarietà e impegno civile, semplice e realizzabile. Tino sta raccogliendo soldi per costruire una barca che gli consentirà di raggiungere i ragazzi che vivono nei villaggi dell'arcipelago delle Bijagos e, attraverso la "Fondazione Studi Celestiniani per la Pace", proseguire le sue attività sociali. 
In realtà oggi Tino ha bisogno anche di dipingere quella barca e, con l'acquisto dei racconti di Roberto Centorame, ognuno di noi lo aiuterà a passare le necessarie mani di vernice. Durante il piacevole "aperilibro" abbiamo anche ascoltato in diretta Tino e ho notato, in lui, lo stesso spirito ironico e un po' dissacrante di Roberto. 
Mi piacciono, i due soggetti. Mi piace il loro modo "allegro" di affrontare un problema così delicato, e mi piace anche la loro schiettezza, soprattutto quando chiedono i soldi per essere aiutati ad aiutare. 
La raccolta di racconti l'ho acquistata e l'ho anche letta, in realtà. L'ho letta in poche ore, come avevo promesso all'autore, che mi ha scritto una dedica lunga quanto un racconto. 
Fra i venti scritti vi segnalo in particolare modo: "Porte di mare", "Incontro" e l'ultimo racconto di "Diario di viaggio: Marrakech Express". 
Senza nulla togliere a tutti gli altri che compongono la raccolta, queste tre "perle" mi hanno confermato che, dietro quell'apparenza cinica e disincantata, c'è un uomo dal cuore grande. 



SILVIA MAIRA




I funerali di nonna Isadora riporteranno Isa, quarantenne di origini siciliane, dopo vent’anni, in Sicilia.
Il suo matrimonio con Sergio è in crisi. La nonna e i suoi due figli sono gli unici affetti autentici della sua esistenza.
Sarà l’occasione per fare un viaggio a ritroso nel tempo, scavando nei propri ricordi di bambina e di adolescente,  ritrovando  gli affetti che aveva lasciato. In questo viaggio tra i ricordi si ritroverà faccia a faccia con una parte del suo passato che aveva cercato di dimenticare, ma con il quale dovrà fare i conti, per riappacificarsi prima di tutto con se stessa e risolvere problemi della sua vita mai risolti.

Un percorso intenso, nostalgico, dolcissimo e doloroso al tempo stesso, che porterà la protagonista ad interrogarsi sulla propria vita, a dare risposte a delle domande che l’hanno inseguita, a far pace con se stessa e riscoprire quei banali momenti speciali che ha sempre desiderato.




E, se volete guardare il suo video, lo trovate qui:

https://www.youtube.com/watch?v=HPHTbfmcoTI



**************






Daniela Vasarri è nata e vive a Milano. Ha viaggiato molto e la sua passione per la scrittura l'ha spinta a cimentarsi nella narrazione di racconti d'ispirazione autobiografica. Ho conosciuto Daniela a seguito di un concorso, che entrambe avevamo vinto e ho scoperto, in lei, una sensibilità rara e preziosa. Dedico questo mio primo post a questa bravissima scrittrice, invitandovi a leggere Maeva, la benvenuta (L'amore ai tempi del web), per scoprire la delicatezza della sua scrittura. 

Sinossi

Matilde è una donna moderna e coraggiosa, oltre che dannatamente ostinata. Non più sposata, decide di inseguire il proprio sogno di maternità, negatole nel precedente matrimonio e di affrontare da sola le fatiche e i dubbi di un’adozione. La nuova condizione è un’operazione delicata e affascinante, di certo anche coinvolgente ma spesso difficoltosa, proprio perché vissuta come unico genitore. Negli incontri dei personaggi che vivono indirettamente con lei questa esperienza, Matilde sa ben destreggiarsi perché possiede una guida interiore e un affetto giovanile ricorrente nella memoria, che le daranno la forza anche i migliorarsi.
Parte quindi in direzione Thailandia e, dopo aver superato la burocrazia e la diffidenza del personale dell’orfanotrofio, incontra così Maeva, una bimba scampata miracolosamente al terribile tsunami del 2004, che diviene finalmente sua figlia adottiva.
Ritornata in Svizzera, dove ha la sua residenza, Matilde sente che l’amore è entrato nuovamente nella sua vita, grazie al rapporto con la bambina, e l’amore richiama sempre altro amore. La vita della giovane donna – e anche quella della bambina – conosceranno una svolta positiva assolutamente inattesa.



MANUELA LEONESSA

Sarà mica per  sempre



  • Editore: Edizioni Esordienti E-book (13 aprile 2016) - € 4,99

Alice è morta annegata, ma l’assassino l’ha poi rinchiusa nella sua auto e ha collegato il tubo di scarico all’abitacolo per simulare un suicidio. Perché? Non certo per depistare le indagini alle quali è bastata l’autopsia per svelare la messinscena. Sembra, piuttosto, il rispetto di un rituale, di un sacrificio umano. La polizia archivia il caso, ma Emma, la migliore amica di Alice, esige delle risposte e convince l’ispettore Moreno a proseguire le indagini, almeno in via ufficiosa. Al loro fianco anche Barbara, psicologa radiata dall'albo per un errore letale, che si mantiene come domestica presso la famiglia di Alice.Forse Alice è morta al posto di qualcun altro?E chi è la misteriosa Savana? La sua storia si intreccia a quella di Emma e Alice in quello spazio ignoto che è la follia umana, e la soluzione di questo thriller psicologico ambientato a Torino sarà sconcertante e terribile.




LUCA MASINI

SOTTO LA SABBIA


  • Editore: Edizioni Esordienti E-book (3 aprile 2012)
  • Euro:  4,99
  • Gratis su Kindleunlimited



Sotto la sabbia si trova il passato di una famiglia, un tempo personale e collettivo con il quale il protagonista , Fabio, non può non fare i conti, soprattutto perché si trova in un momento decisivo della sua vita.
Fabio si trova nella casa di famiglia, luogo reale (Viale Canova n. 23) e luogo dell’anima, deciso a venderla al miglior offerente, ma sembra che la casa non possa lasciarlo andare prima che il passato, custodito in essa, non sia del tutto dissotterrato, svelato, attraversato ancora e ancora. Così, attraverso il sovrapporsi di diversi e molteplici piani temporali, la storia emerge lentamente nei brevi capitoli, dedicati ognuno a un personaggio della vita di Fabio. 
La vita sembra, nel fluido narrare di Luca Masini, non avere pause, essere un difficoltoso percorso a ostacoli, una strada ricca di curve e soluzioni inaspettate che non può essere percorsa più di una volta, se non con la memoria. E la memoria, al contrario, crea altri percorsi, circolari, che vanno e tornano e disperatamente si accaniscono con la loro paradossale precisione contro ciò che la sabbia ricopre e fa scomparire. 
Il romanzo di Luca Masini è un partecipato affresco famigliare dedicato al tempo e alla forza dei legami che ci vincolano anche a distanza o ci allontanano anche se vicini ogni giorno, una sorta di diario che ripercorre e ricostruisce il passato attraverso il presente e il presente attraverso il passato, nel quale un ruolo determinante hanno gli oggetti che evocano il ricordo e che si caricano di un valore particolare in rapporto all’evento o alla persona a cui sono associati. Il tempo viene scomposto e lentamente ricomposto in un nuovo scenario, quello finale, che in realtà non rappresenta in nessun modo una conclusione, ma l’immagine di trasformazioni ancora in atto.
Questo bel romanzo, ambientato in Toscana dal 1978 ai giorni nostri, è da considerarsi al confine tra diversi generi – il romanzo di formazione, il diario, l’autobiografia, il romanzo “alla ricerca del tempo perduto” – e, attraverso i numerosi e improvvisi flashback, registra e rielabora molti riferimenti alla storia italiana degli ultimi trent’anni, dal sequestro di Aldo Moro alle vicende calcistiche di quel periodo.




FRANCESCA MEREU


Storie dal profondo Sud americano per capire la lotta dei neri per la conquista dei diritti civili - Teatro documentario -




  • Editore: Edizioni Esordienti E-book (24 aprile 2016)- € 3,99
Due opere teatrali ambientate nel profondo Sud americano che raccontano, attraverso testimonianze di personaggi veri, la schiavitù, la segregazione, e la dura lotta dei neri per la conquista dei diritti civili. 

La Musica del Diavolo lo fa attraverso la storia del blues, la musica testimone di proteste e violenze razziali. Un ritmo nato nei campi di cotone che ha rivoluzionato il panorama musicale americano e non solo.

The Magic City è invece la storia di Birmingham, la città dell’Alabama che Martin Luther King ha chiamato «la più segregata d’America». Qui negli anni Sessanta sono iniziate le manifestazioni pacifiche dei neri che hanno costretto l’America ad approvare leggi che bandiscono ogni tipo di discriminazione.

Nelle sue opere, ispirate al teatro documentario, Francesca Mereu porta il lettore e lo spettatore a scoprire, attraverso le emozioni dei protagonisti, la bellezza e le infinite contraddizioni di questa parte d’America.



MIRIA SPADA

L'IMPERATRICE



·        Editore: Edizioni Esordienti E-book (22 giugno 2016) -  € 4,99
                     
                                                                                          SINOSSI
                         
Questo romanzo è basato su una storia vera, la testimonianza di Laura L. 

Chi è una prostituta d’alto bordo? Quanto vale il suo corpo? E la sua anima? Quali uomini pagano migliaia di euro per possederla? E cosa pretendono da lei? Perché fa questo mestiere? Guadagnare tanto vendendo se stessa quanto le costa? E quanto vale il suo amore? Ecco le domande a cui risponde Laura, la protagonista di questo romanzo. Laura è Eva, è la donna capace di assoggettare ogni uomo, di fargli mordere il frutto proibito. Ma anche Eva si innamora, invecchia, muore, e la sua storia è intrisa di erotismo, ma anche di una grande malinconia.

·        

Miria Spada è lo pseudonimo di un'autrice che vive e lavora a Brescia


DANIELA VASARRI

NESSUN RIMPIANTO


Editore: Amarganta; 1 edizione (23 giugno 2016)
€ 1,76
Gratis su Kindle Unlimited


Arrivata alla soglia dei 50 anni, Elisabetta, madre, moglie e professionista formalmente appagata, non rinuncia a mettersi in gioco a dispetto delle convenienze e del quieto vivere. Decide quindi di concedersi una vacanza tra la Toscana e l’Umbria, alla ricerca di se stessa e di cosa desidera per il proprio futuro. Le stagioni dell’amore, tuttavia, sono sempre altalenanti e accompagnano i desideri che non svaniscono con l’età. Elisabetta si riapproprierà a sue spese della capacità di amare e lo farà senza nessun rimpianto. Un ritratto di donna forte e variegato che conferma la capacità dell’autrice di investigare e analizzare con garbo e padronanza, le mille sfaccettature dell’animo femminile.

L'autore

Daniela Vasarri è nata a Milano, dove vive, lavora e che considera una città meravigliosa. Ha scelto gli studi classici a dispetto dei consigli degli insegnanti e l’istinto le ha dato ragione. Ha avuto una vita movimentata ma serena, piena di angoli da svoltare. Ha iniziato a scrivere nel 2010, legge molto, senza un ordine preciso. Ha un sogno nel cassetto, portare le proprie parole al cuore delle donne e dare un contributo alla scolarizzazione in quei paesi dove questo progetto è remoto e difficile da realizzare. Vorrebbe ritirarsi in Toscana con il suo gatto che considera il suo muso ispiratore.Ha scritto sei romanzi e un’antologia di racconti ma non ha nessuna intenzione di fermarsi perché scrivere per lei rappresenta il modo più appagante di vivere.

***********************************


STEPHEN KING
22.11.63



IL CAPOLAVORO DA CUI E' TRATTA L'OMONIMA SERIE TV CON JAMES FRANCO, PRODOTTA DA J.J. ABRAMS.


Il 22 novembre 1963 tre spari risuonarono a Dallas, il presidente Kennedy morì e il mondo non fu più lo stesso. Se fosse possibile cambiare il corso della Storia, tu lo faresti? È quello che si domanda Jake Epping, tranquillo professore di Lisbon Falls, Maine, quando scopre che la tavola calda del suo amico Al nasconde un segreto. La dispensa è in realtà un passaggio temporale e conduce al 1958. Per Jake è una rivelazione sconvolgente, eppure l'incredulità non gli impedisce di tornare ai favolosi anni Sessanta e cominciare una nuova esistenza nel mondo di Elvis Presley e James Dean, del twist e delle automobili interminabili. Un mondo in cui Jake si lascerà coinvolgere in una missione straordinaria: fermare Oswald e salvare Kennedy. Sovvertendo per sempre tutte le regole del tempo. E della Storia.

Commenti

Post più popolari